Ultimi Posts

Categorie

Prossimi Eventi

The Fabulous 50s!

I FAVOLOSI ANNI 50

Mercoledì 29 giugno la nostra serata settimanale avrà come tema i favolosi ed amatissimi anni 50. Ecco alcune notizie su un'era che ci ha affascinato tutti, le sue controversie, le sue contraddizioni e quello che l'ha resa unica.

 

La fine della Seconda Guerra Mondiale riportò in America tutti i militari in servizio nell'esercito: essi ricominciarono le loro vite, si formarono delle nuove famiglie, in nuove case e con nuovi lavori.

Con un'energia senza precedenti, l'industria americana si sviluppò per assecondare i bisogni di una nuova era di pace.

Gli Americani cominciarono ad acquistare beni che in tempo di guerra non erano disponibili e nuovi beni voluttuari, il che creò nuove aziende e nuovi posti di lavoro.

Tutto era crescita ed espansione. Era l'era del Baby-Boom

 

ARTE ed ARCHITETTURA

Dopo la Seconda Guerra Mondiale vi fu un rinnovamento totale sotto il punto di vista artistico. L'Espressionismo astratto di autori come Jackson Pollock ricevette un riconoscimento ufficiale dal Museo di Arte Moderna di New York.

Jackson Pollock - Lavander Mist

Questi artisti erano sperimentali. Un'altra corrente fu l'esistenzialismo: Mark Rothko usava grossi blocchi di colore per creare una presenza materiale forte e potente.

Mark Rothko

Il Boom consumistico degli anni 50, incluse anche il settore abitativo. La gente poteva finalmente permettersi case singole e così nacquero quartieri e sobborghi residenziali. Un piccola comunità suburbana chiamata Levittown  fu costruita appositamente da William Levitt per i militari che erano appena rientrati a casa dalla guerra e per le loro famiglie.

LIBRI E LETTERATURA

L'America non fece in tempo a riprendersi dalla Seconda Guerra Mondiale, che improvvisamente scoppiò la guerra in Corea. L'Unione Sovietica divenne il principale nemico della guerra fredda. Cominciò un'irrazionale lotta al Comunismo, fomentata anche dai capi di governo e da personaggi di rilievo come il Senatore Joseph McCarthy, che sosteneva che i Comunisti fossero infiltrati ai più alti livelli nel governo americano. Si sviluppò un senso comune di ansia e di inadeguatezza. L'America era davvero il paese più forte del mondo? E la vita, in America, era davvero la migliore possibile? Mentre il decennio passava, la letteratura rifletteva il conflitto evidente tra l'auto-compiacimento dei cosiddetti Happy Days ed il dubbio sui valori Americani.

Jack Kerouac 1922-1969Autori come Norman Vincent Peale  con il suo The Power of Positive Thinking , o Bishop Fulton J. Sheen  con Life is Worth Living, parlano del potere dell'individuo di controllare il proprio destino.  Appare un nuovo gruppo di autori, appartenemti alla beat generation o, come loi chiamava qualcuno, i beatniks.  Uno dei più noti è Jack Kerouac con il famosissimo On the Road (Sulla strada), Dharma Bums,The Town and The City, Mexico City Blues.

La Fantascienza divenne sempre più popolare, grazie al fatto che la possibilità di viaggiare nello spazio stava diventando realtà. Ray Bradbury scrisse Cronache Marziane Ricordiamo anche Isaac Asimov  ed il suo I, Robot, ed altri testi che parlavano di mondi che presto sarebbero stati scoperti.  Spaceships of the 1950's

 

 

 

 

 

 

 

LA SCUOLA E L'LFABETIZZAZIONE

Durante gli anni 50 la scuola Americana fu sottoposta a cambiamenti decisivi. Fino al 1954 esisteva una legge ufficiale che stabiliva opportunità di studio separate ma egualitarie per i neri. Si pensava che quello fosse il modo più corretto per assicurare a tutti i bambini americani un'educazione adeguata ed uniforme, nelle scuole pubbliche della nazione. Nel 1954, Earl Warren ed altri membri della corte suprema stabilirono che strutture separate per i neri non fossero legali secondo quanto stabilito dalla costituzione.Cominciò così l'integrazione in tutto il paese. Nel 1956, Autherine J.Lucy si iscrisse con successo all'Università dell'Alabama a Tuscaloosa. Nel 1957, Elizabeth Eckford fu la prima teenager nera ad entrare nella scuola per soli bianchi Little Rock Central High School. Nonostante il tentativo di integrazione si fosse attuato in maniera tranquilla in molte città, il conflitto alla Central High School di Little Rock fu uno dei primi confronti che ebbero luogo in  Arkansas a mostrare come fosse divisa l'opinione pubblica.
 

LA MODA

 

Forse uno degli elementi maggiormente caratterizzanti gli anni 50 fu il forte conservatorismo ed il sentimento anti-comunista che serpeggiava attraverso la società. La Religione era vista come un indicatore di anti-comunismo. Gli abiti degli anni 50 erano fortemente conservativi. Gli uomini indossavano abiti di flanella grigia e le donne abiti con la vita stretta e tacchi alti.

I ru

I ruoli erano fortemente divisi: le ragaze giocavano con le Barbie ed i bambini con giocattoli ispirati a Roy Rogers e Davy Crockett.

I Drive-in divennero molto popolari per le famiglie ed i ragazzini.

 

Anche le auto erano viste come indicatore di prosperità.

Si costruirono autostrade per portare la gente da un posto all'altro velocemente. Nacquero i primi centri commerciali.

Incredibile successo ebbero i Blue jeans, portati alla ribalta da molti attori e cantanti, fra cui Elvis Presley che con un completo di jeans realizza il suo primo (ed il primo della storia) video musicale "Jailhouse Rock"

Per le donne, imprescindibile era possedere la cosiddetta "poodle skirt" - una gonna a ruota fatta in feltro leggero, decorata con paillettes e con applicata l'immagine di un barboncino - "poodle" appunto

abbinata alle inseparabili Saddle shoes o ai mocassini di camoscio blu.

Un'immancabile tocco alla moda femminile era la coda di cavallo e la gonna a ruota ampia, con sottogonna di pizzo, raso e/o garza, immancabile su ogni pista da ballo.

Gli uomini invece portavano i capelli quasi rasati sulla nuca e con il ciuffo, a volte ribelle, a volte semplicemente a spazzola, residuo dell'esperienza al fronte.

I Teenager erano considerati una generazione a parte ed erano rappresentati da "eroi" contemporanei come  James Dean che portava anch'egli i blue jeans nel film "Il Ribelle", creando una moda a parte ed un modello di comportamento molto imitato.

I giovani passavano le serate in un'attività chiamata flying saucer watching, che consisteva nel cercare di scovare oggetti volanti non identificati in cielo, o a guardare un porogramma televisivo che li faceva anche ballare, nei locali come i fast food ed i bar, dal momento che negli anni 50 le sale da ballo erano state ormai chiuse, per questioni economiche.

Uno dei programmi televisivi più famosi e che fecero ballare milioni di giovani dal 1956 in poi fu "American Bandstand" di Dick Clarke.

 

I bambini giocavano con gli Hula Hoops e con i fucili di Hopalong Cassidy, oltre che indossando abbigliamento western ed imitando eroi come Davy Crockett.

 

LA MUSICA

Quando si parla di anni 50, il primo tipo di musica che viene in mente alla maggior parte della gente è il rock and roll. Svilluppatosi dalla fusione del Blues del Sud con la musica Gospel, con l'aggiunta di un forte accento sul tempo e la battuta, questo tipo di musica divenne presto popolare tra i teenagers che cercavano di ribellarsi agli schemi conservativi e di mentalità ristretta della Middle Class americana. Il rock and Roll divenne simbolo di ribellione e di sregolatezza, ed era mal visto dagli adulti, dalla chiesa e dalla società in generale. Gli artisti più popolari dell'epoca, come Bill Haley Elvis Presley, e Jerry Lee Lewis  erano pubblicizzati soprattutto in radio dai dj più famsi dell'epoca, tra cui non possiamo dimenticare i famosissimi Alan Freed e the Big Bopper.

La loro influenza si fece sentire in tutto il mondo, anche nel successivo sviluppo della musica pop.

Ma la musica negli anni 50 non era solo Rock and Roll. Erano popolarissimi anche Crooners come Nat King Cole, Frank Sinatra, Perry Como e Dinah Shore.

 

Molti di questi cantanti erano a loro volta gli idoli di chi faceva rock and roll e le loro canzoni si suonano ancora in tutto il mondo, alla radio, negli stereo delle case e su molti lettori cd.

 

 

The Fabulous 50!
Fabulous 50, swing, rock and roll, fashion

2011-06-28 02:10:56



In News